Terapia di coppia e sessuale

//Terapia di coppia e sessuale
Terapia di coppia e sessuale2018-06-01T10:31:26+00:00

Attivita clinica - terapia di coppia e sessuale - Studio di psicologia - Segreti

Col cambiare della società, è cambiato anche il senso del matrimonio. Si è passati da una società in cui sposarsi era una tappa obbligata ad una in cui è una delle scelte possibili, ma con l’introduzione del divorzio non rappresenta più una scelta per la vita.

Rimanere insieme quando le cose non funzionano non è più qualcosa di prestabilito, ma una sfida che richiede impegno e dedizione.

Levinger sosteneva che “ciò che conta in un matrimonio non è quanto si è compatibili, ma come ci si relaziona con l’incompatibilità”.

Gli studiosi Gottman e Gottman hanno osservato che quando una coppia di coniugi entra in crisi possono comparire alcuni fattori predittivi di divorzio (mediamente dopo 5-6 anni dal matrimonio), che chiamano “i 4 Cavalieri dell’Apocalisse”.

  1. Critiche: quando i partner ricorrono sistematicamente alle critiche per dar voce alle loro lamentele, tendono ad attribuirsi reciprocamente la colpa di un problema, riconducendola l’uno a difetti caratteriali dell’altro. Le critiche così espresse suscitano solo risentimento e mai desiderio di risolvere.
  1. Disprezzo: chi prova questo sentimento, agisce con superiorità, accompagnando le proprie critiche per esempio con un ghigno, alzando gli occhi al cielo oppure ricorrendo al sarcasmo. La ricerca dimostra che essere oggetto di disprezzo alla lunga indebolisce il sistema immunitario, non solo la felicità della relazione.
  1. Stare sulla difensiva: si accompagna al Secondo Cavaliere, poiché sono pochi quelli che di fronte al disprezzo non reagiscono difendendosi, ma al contrario facendosi calpestare. Quando è sulla difensiva, il partner può assumere il ruolo di “vittima innocente”, una modalità di comunicazione molto difficile da sradicare.
  1. Ostruzionismo: si attiva quando l’intensità della lite determina una iperattivazione psicofisiologica, fino a superare i 100 battiti cardiaci al minuto. È stato osservato che a questo punto la persona riduce le risposte verbali, distoglie lo sguardo e tende ad allontanarsi fisicamente. In questo modo il partner viene escluso e si diventa dei muri invalicabili.

Sia chiaro, ognuno di noi di tanto in tanto ricorre a tali modalità di comunicazione senza sfociare in conseguenze disastrose.

È la capacità di riparare ciò che discrimina una coppia felice da una sulla rotta della rottura.

Le coppie sane infatti non negano brutte liti o eventi spiacevoli, ma al contrario ritornano a freddo sull’accaduto parlandone e cercando di comprenderlo. Si ascoltano reciprocamente e accolgono l’uno i sentimenti dell’altro. Riescono a capire in cosa ciascuno ha sbagliato, assumendosi le proprie responsabilità per ciò che si rammaricano di aver detto o fatto e infine chiedono scusa.

Attività clinica - terapia di coppia e sessuale - Studio di psicologia - Segreti

La crisi della coppia coinvolge anche la sfera della sessualità, modificandola, talvolta incrementandola o viceversa annullandola, talvolta relegandola a mero bisogno fisiologico oppure all’esecuzione di un dovere coniugale. In ogni caso si assiste ad una graduale scomparsa del senso di condivisione fino ad arrivare ad un sentimento di estraneità e indifferenza reciproco.

La terapia di coppia aiuta a ripristinare una comunicazione funzionale tra i partner attraverso l’utilizzo di tecniche specifiche ed esercizi mirati.

Quando invece il sesso è causa della crisi di coppia è possibile che vi sia la presenza di un disturbo sessuale. Il trattamento di queste problematiche passa innanzitutto dall’esclusione di cause organiche attraverso l’invio al ginecologo, andrologo o urologo. Una volta accertata la funzionalità degli organi, il problema verrà affrontato sul piano psicologico.

In genere, la prognosi delle disfunzioni sessuali è buona: la psicoterapia cognitivo-comportamentale è un trattamento di comprovata efficacia nel trattamento di questo tipo di disturbi.