Disturbi depressivi

//Disturbi depressivi
Disturbi depressivi2018-05-30T12:06:12+00:00

Disturbi depressivi

Disturbi Depressivi Psicologa Segreti

I disturbi depressivi sono patologie che implicano alterazioni dell’umore spesso accompagnate da sintomi di natura somatica e psicologica che spesso compromettono le interazioni sociali e la vita lavorativa di chi ne soffre.

Disturbo depressivo maggiore

Disturbi depressione maggiore - Psicologa Segreti

Soffre di un disturbo depressivo maggiore la persona che lamenta alcuni tra i seguenti sintomi per un periodo di almeno 2 settimane:

  • Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi tutti i giorni, come il soggetto stesso riferisce (per esempio si sente triste, vuoto, disperato) o come osservato da altri (per esempio appare lamentoso)
  • Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte, o quasi, le attività
  • Significativa perdita di peso, non dovuta ad una dieta o aumento di peso oppure diminuzione o aumento dell’appetito quasi tutti i giorni
  • Insonnia o ipersonnia quasi tutti i giorni
  • Agitazione o rallentamento psicomotorio osservato anche dagli altri e non solo riferito dal soggetto
  • Faticabilità o mancanza di energia
  • Sentimenti di autosvalutazione o di colpa eccessivi o inappropriati
  • Ridotta capacità di pensare o di concentrarsi, o indecisione
  • Pensieri ricorrenti di morte (non solo paura di morire), ricorrente ideazione suicidaria senza un piano specifico o un piano specifico per commettere un suicidio

Per fare diagnosi è necessario che la presenza di questi sintomi rappresenti un cambiamento rispetto al funzionamento precedente e che almeno uno dei sintomi sia l’umore depresso o la perdita di interesse o piacere.

Disturbo depressivo persistente (ex Distimia)

Disturbi depressione distimia - Psicologa Segreti

Soffre di disturbo depressivo persistente chi presenta, per almeno due anni, umore depresso quasi tutti i giorni associato ad alcuni dei seguenti sintomi:

  • Scarso appetito o iperfagia
  • Insonnia o ipersonnia
  • Scarsa energia o astenia
  • Bassa autostima
  • Difficoltà di concentrazione o nel prendere decisioni
  • Sentimenti di disperazione

Nel corso dei due anni di malattia, la persona non è mai stata priva di sintomi.

Disturbo disforico premestruale

Disturbi depressione premestruale - Psicologa Segreti

Le donne affette dal disturbo disforico premestruale presentano i seguenti sintomi nella maggior parte dei cicli mestruali nella settimana precedente le mestruazioni:

  • Marcata labilità affettiva (per esempio sbalzi di umore, sentirsi improvvisamente tristi o tendenti al pianto, oppure aumentata sensibilità al rifiuto)
  • Marcata irritabilità o rabbia oppure aumento dei conflitti interpersonali
  • Umore marcatamente depresso, sentimenti di disperazione o pensieri autocritici
  • Ansia marcata, tensione e/o sentirsi “coi nervi a fior di pelle”

Per far diagnosi a questi sintomi si aggiunge anche almeno uno dei seguenti:

  • Diminuito interesse nelle attività abituali
  • Difficoltà soggettiva di concentrazione
  • Letargia, facile faticabilità o marcata mancanza di energia
  • Marcata modificazione dell’appetito, sovralimentazione o forte desiderio di cibi specifici
  • Insonnia o ipersonnia
  • Senso di sopraffazione o di essere fuori controllo
  • Sintomi fisici come indolenzimento o tensione al seno, dolore articolare o muscolare, sensazione di “gonfiore” oppure aumento di peso

La sintomatologia inizia a migliorare entro pochi giorni dall’insorgenza delle mestruazioni e a ridursi al minimo, o a scomparire, nella settimana successiva alle mestruazioni.

 

 

I criteri diagnostici sono fedelmente tratti dal Manuale statistico e diagnosti dei disturbi mentali. Quinta edizione (DSM-5), American Psychiatric Association (APA), 2013